home > blog > Chirurgia estetica post obesità: come ritrovare la bellezza dopo il dimagrimento

Chirurgia estetica post obesità: come ritrovare la bellezza dopo il dimagrimento

Contributo di il 7 dicembre 2017

chirurgia estetica post obesità

L’obesità è una patologia purtroppo molto diffusa al giorno d’oggi. Nei Paesi più ricchi, interessa circa il 50% della popolazione.

Per fortuna oggi se ne parla molto e si insiste sull’importanza del peso forma per la qualità di vita in generale. Questa consapevolezza, ogni giorno, porta molte persone ad armarsi di buona volontà e a perdere peso grazie a programmi dietetici e sport. Un esempio celebre? L’attrice premio Oscar Jennifer Hudson, che ha perso 40 chili grazie a uno speciale programma di dimagrimento. La cantante Adele, tra un album e l’altro, negli ultimi anni ha detto addio a circa 30 kg.

L’attività fisica e la dieta sana contano, ma non sempre sono sufficienti per recuperare tono e armonia. Per migliorare da questo punto di vista, bisogna ricorrere alla chirurgia estetica. Per capire meglio la situazione ricordiamo che, ogni volta che perdiamo peso, le cellule adipose diminuiscono di volume. Questo porta la nostra pelle a subire degli stiramenti, che non consentono ai tessuti di ritornare come erano prima.

Cosa fare in questi casi? La situazione cambia a seconda del distretto anatomico interessato. Per eliminare la cute in eccesso dall’addome, per esempio, si può ricorrere all’addominoplastica. Quando lo stesso problema riguarda le cosce, invece, si procede con un lifting. Questo intervento di chirurgia estetica post obesità è indicato anche quando bisogna rimuovere ampie porzioni di cute in eccesso dalle braccia e dalle ascelle.

Non dimentichiamo che anche il viso può essere interessato da una perdita di tono in seguito a un forte dimagrimento. In situazioni del genere si procede con degli innesti di grasso autologo, proveniente quindi dal corpo del paziente stesso. Ovviamente l’aiuto che la chirurgia estetica può dare a chi ha attraversato un forte dimagrimento non finisce certo qui. Nei casi in cui il cedimento coinvolge la regione dei glutei, si può intervenire con una gluteoplastica. Per quanto riguarda il seno, l’operazione più indicata è la mastopessi con protesi.

In generale, si tende a iniziare con la chirurgia estetica post obesità dopo che il paziente ha raggiunto un peso stabile e lo ha mantenuto per almeno un anno. Se alla base c’è una forte motivazione, si possono eseguire anche due interventi combinati nella medesima seduta operatoria.

Volete saperne di più su questo importantissimo tema? Non vi resta che seguire la prossima video pillola di Magazine7, che andrà in onda sabato alle 12:40 e che mi vedrà protagonista con il nostro dottor André Salval.

 

Cosa ne pensi?