home > blog > Come valorizzare il Lato B grazie alla chirurgia e alla medicina estetica

Come valorizzare il Lato B grazie alla chirurgia e alla medicina estetica

Contributo di il 13 aprile 2018

lato b

Con l’avvicinarsi dell’estate, molte pazienti vengono nel mio studio preoccupate per l’aspetto del loro Lato B.
La cosa è normalissima, dato che parliamo di una parte del corpo fondamentale per la sensualità femminile. I dimagrimenti eccessivi, così come il naturale cedimento di pelle tipico dell’età, possono mettere a rischio il tono del gluteo.

In questi casi aiuta senza dubbio l’esercizio fisico – ottimi sono gli squat con bilanciere – ma anche la chirurgia estetica fa il suo! Tra le soluzioni utili al proposito ricordo innanzitutto la gluteoplastica.

Attraverso una piccola incisione nascosta tra le natiche, si inseriscono due protesi in gel coesivo di silicone al di sotto della fascia muscolare o all’interno del muscolo gluteo. Grazie agli impianti di ultima generazione, è possibile ottenere un effetto molto naturale.

Chi vuole aumentare il volume del gluteo e rialzarlo può ricorrere anche al lipofilling, che prevede l’inoculazione di grasso autologo.

Le esigenze delle pazienti quando si parla di Lato B sono davvero numerose! C’è chi punta a sfoggiare glutei più grandi e chi, invece, combatte contro gli odiatissimi accumuli adiposi, che resistono a dieta e alimentazione sana e, soprattutto, contro la cellulite. In questi frangenti sono ottimi i manipoli di BodyTite, la piattaforma che eroga radiofrequenza e consente di trattare anche in maniera non chirurgica inestetismi come la pelle a buccia d’arancia, le adiposità localizzate  e le lassità cutanee.

Questi trattamenti, rapidi e indolori, rimodellano la silhouette permettendo di vedere risultati eccellenti non solo sui glutei, ma anche su altre parti del corpo come la schiena e l’interno coscia.

 

Cosa ne pensi?