home > blog > Gluteoplastica e mastoplastica additiva: il vantaggio della combinazione tra i due interventi

Gluteoplastica e mastoplastica additiva: il vantaggio della combinazione tra i due interventi

Contributo di il 25 Ottobre 2019

Ottenere un lato B più voluminoso e aumentare il volume del seno nella medesima seduta operatoria è possibile? Assolutamente sì! Da diverso tempo a questa parte, grazie soprattutto alla rapidità della tecnica di gluteoplastica sotto muscolare, è possibile combinare aumento di volume del lato B e mastoplastica additiva.

Nel primo caso, come ho ricordato molte volte, si ha a che fare con un approccio chirurgico poco invasivo. Dal momento che lo spazio sotto al muscolo grande gluteo non è tanto, chi sceglie questa operazione può apprezzare il vantaggio di una notevole rapidità nell’atto chirurgico e soprattutto di una bassa invasività. Per dare un’idea dei tempi, si parla di circa mezz’ora. Se si aggiunge il tempo necessario a eseguire una mastoplastica additiva, la paziente rimane in sala operatoria per poco più di un’ora.

Gli esiti sono a dir poco soddisfacenti. Sia nel caso della gluteoplastica con tecnica sotto muscolare, sia in quello della mastoplastica additiva, le cicatrici sono infatti poco visibili. Cosa aspettarsi nel post operatorio? Come ho ricordato nella diretta di un paio di settimane fa, le pazienti che affrontano la gluteoplastica con tecnica sotto muscolare possono andare incontro – si parla di due casi su dieci – a episodi di dolore al nervo sciatico.

Si tratta di una complicanza che non ha nulla a che vedere con l’operazione in sé, dal momento che è legata all’anestesia. In ogni caso, massimo un mese e passa tutto (ovviamente per la gestione del dolore è opportuno rivolgersi al proprio chirurgo di fiducia, l’unico in grado di consigliare i farmaci giusti da assumere). Quello che arriva dopo, ribadisco, è un risultato a dir poco soddisfacente, perfetto per chi ha intenzione di migliorare il proprio fisico senza stravolgerne eccessivamente le caratteristiche.

Cosa ne pensi?