home > blog > Gluteoplastica mini-invasiva: due opportunità per le mie pazienti

Gluteoplastica mini-invasiva: due opportunità per le mie pazienti

Contributo di il 19 Febbraio 2021

Come ho avuto modo di ricordare nell’articolo pubblicato su queste pagine settimana scorsa, martedì 23 febbraio, a partire dalle 21.00, sarò in diretta sul mio profilo Instagram per parlare di gluteoplastica mini-invasiva con tecnica sottomuscolare.

Il ritorno in diretta social non poteva che essere dedicato a un intervento che ha rivoluzionato l’estetica del lato B, riducendo totalmente l’invasività dell’atto chirurgico – con ovvi vantaggi per quanto riguarda sia la durata dell’operazione, sia il post operatorio – e permettendo a chi lo sceglie di sfoggiare un risultato naturale, affine a quello che si può ottenere in palestra con lo squat.

Mi preme molto approfondire i pro di questa tecnica in quanto, come già specificato, è una vera e propria rivoluzione. Operazione che prevede il posizionamento della protesi al di sotto del muscolo grande gluteo, può essere effettuata in day hospital senza bisogno di ricovero. Inoltre, in virtù della sopra citata rapidità, è possibile combinare l’intervento con altri nella medesima seduta operatoria.

Le domande sulla gluteoplastica mini-invasiva con tecnica sottomuscolare sono sempre tante, motivo per cui ho deciso di tornare in diretta per raccontare tutte le sfaccettature di questo intervento. A proposito dell’appuntamento di martedì, segnalo un’opportunità speciale per chi vuole un confronto più approfondito. Quale, di preciso? La possibilità di intervenire durante la diretta.

Come ben sa chi mi segue qui, sui miei profili social e su quelli di IEI – Istituto Estetico Italiano, alla gluteoplastica mini-invasiva sottomuscolare dedico un’intensa attività didattica, con corsi rivolti ai chirurghi plastici e caratterizzati da un approccio fortemente pratico. Tengo molto al fatto che, grazie alle giornate formative sopra citate, i colleghi arrivino a introdurre la tecnica nella loro quotidianità operatoria, con tutti i conseguenti vantaggi per le pazienti che sceglieranno l’intervento.

Alle masterclass che ho appena descritto è legata la seconda opportunità. Di cosa si tratta? Della possibilità di partecipare come modelle ai corsi. Per chiedere maggiori informazioni in merito, è possibile contattare le sedi IEI. Nel frattempo, non posso che rinnovare l’appuntamento a martedì sera. Vi aspetto numerosi!

Cosa ne pensi?